Dal 1° gennaio 2020 entrerà in vigore l’obbligo della memorizzazione e della trasmissione telematica dei corrispettivi. Tale obbligo, che era già scattato il 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari superiore a 400mila euro, entrerà in vigore per tutte le aziende che emettono scontrini o ricevute fiscali.

In base al testo della norma, anche i “contribuenti minimi o forfetari” saranno soggetti all’obbligo telematico dei corrispettivi, nonostante siano esonerati dalla fatturazione elettronica. Confartigianato sta segnalando tale incongruenza nelle opportune sedi, affinché venga previsto l’esonero dal nuovo adempimento.

I soggetti che erano già esonerati in passato dall’emissione dei documenti cartacei continueranno ad essere esonerati anche dall’obbligo telematico (es. Calzolai e Taxi).

Dal 1° gennaio 2020, i corrispettivi dovranno essere obbligatoriamente certificati attraverso un registratore telematico o comunque dovranno viaggiare su un canale telematico che consentirà al Fisco di avere immediatamente a disposizione i dati delle vendite effettuate.

Le consuete ricevute fiscali o gli scontrini emessi con i tradizionali registratori di cassa non saranno più considerati validi: al loro posto dovrà essere rilasciato un documento che avrà solamente valore commerciale (in quanto il “valore” fiscale sarà dato dal flusso telematico).

Con l'entrata in vigore della Legge 154 del 28 Luglio 2016, Art. 12 è necessario per coloro che svolgono o intendono svolgere attività cura e manutenzione del verde, aventi codice Ateco 81.30.00 (parchi, aree verdi, aiuole, alberature, giardini sia pubblici che privati), anche non prevalente, dimostrare di possedere dei requisiti professionali specifici (elencati al punto 7 dell'Accordo Stato-Regioni del 22/02/2018).
In mancanza dei suddetti requisiti il titolare/preposto d'impresa e coloro che intendono avviare l'attività di manutentore del verde avranno l'obbligo di frequentare un corso di 180 ore (120 di teoria + 60 di pratica) e sostenere un esame finale di abilitazione al cui superamento verrà rilasciato un certificato di idoneità professionale.
Il corso è strutturato in 2 principali unità formative:
- Curare e manutenere aree verdi, parchi e giardini
- Costruire aree verdi, parchi e giardini

Niente corso per chi opera da tempo nel settore
Chi esercita già la professione di manutentore del verde potrà richiedere l’esenzione dalla frequenza del corso di formazione. Ciò vale per tutte le persone che hanno già maturato una esperienza di almeno due anni come titolari, soci, dipendenti, collaboratori familiari e apprendisti di aziende iscritte al Registro delle Imprese con il codice ATECO 81.30.00, anche come codice secondario. L’esenzione sarà applicata alle persone iscritte in ordini professionali del settore agrario/forestale o in
possesso di un titolo di studio idoneo, come la qualifica professionale (IeFP) di Operatore agricolo, le qualifiche (SRQ) di Giardiniere o Operatore del verde, il diploma di istruzione superiore, laurea o master in discipline agrarie, ambientali e naturalistiche.
Le richieste di esenzione dovranno essere presentate entro il 21 febbraio 2020 agli organismi preposti all’iscrizione al Registro delle Imprese della CCIA o agli Albi delle imprese artigiane.

Chi dovrà ottenere la qualifica professionale
Dovranno invece frequentare il corso di abilitazione professionale da 180 ore le persone che non possiedono un titolo di studio in discipline agrarie e paesaggistiche e intendono avviare una nuova impresa di manutenzione del verde. Dovranno frequentare il corso anche i titolari e i preposti di aziende che si occupano (anche secondariamente) di manutenzione del verde a partire dalla data del 23 febbraio 2016.
Sono aperte le iscrizioni per il corso che si terrà a Pistoia, mediante l'agenzia formativa Cedit; la partenza del corso di 180 ore è prevista per l'11 di novembre (data che può essere soggetta a variazione in base al numero di adesioni). Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento rimango a vostra disposizione.
Per ulteriori informazioni chiamare il nostro ufficio formazione allo 0583/476460.

Si svolgerà il 17 e 18 novembre 2019 presso il Pala Alpitur di Torino la prossima edizione di On Hair Show & Exhibition, evento interamente dedicato all'acconciatura.
L'evento rappresenta da dieci anni l'occasione per gli operatori del settore di scoprire le novità prodotte dalle più importanti aziende del settore e assistere a show capelli che rappresentano veri spettacoli live.
Grazie alla ormai consolidata collaborazione con Cosmoprof, sono state previste condizioni agevolate di partecipazione per gli acconciatori associati a Confartigianato.
L'offerta prevede il noleggio di pullman a cura degli organizzatori, con copertura di spesa fino a 1.000,00, e biglietti di ingresso alla tariffa di euro 65,00 + Iva a persona per due giorni di evento a fronte dei 190,00 dei biglietti a tariffa intera.
I pullman sono riservati esclusivamente ad imprenditori e NON a studenti delle scuole di acconciatura.
Le prenotazioni dovranno pervenire entro e non oltre il 25/09/2019. Potete contattare gli uffici della Confartigianato di Lucca sia telefonicamente 0583/47641 che per e.mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’Associazione Artigiani del Trentino comunica che in conseguenza della tempesta Vaia che lo scorso anno ha abbattuto oltre tre milioni di metri cubi di legname, le imprese boschive trentine stanno affrontando una situazione straordinaria, nel quale è emersa una
certa difficoltà nel reperire ditte dotate di mezzi idonei al carico e trasporto del legname.
Per sopperire a questa carenza sono necessarie imprese di trasporto artigiane in possesso di camion con gru per il trasporto conto terzi di questo legname. Le aziende disponibili a tale servizio sono pregate di mettersi in contatto con i nostri uffici. (Sig. Massimo Dini – Tel. 0583/476471).